Forum Il Cavallo

Forum dedicato al cavallo che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!!!
Oggi è 21/07/2018, 22:12

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 176 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 27/07/2016, 21:36 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 27/07/2016, 21:27
Messaggi: 2
Razza preferita: Sella Francese
:rodeo: ciao a tutti!
Volevo avere qualche consiglio su degli esercizi da fare per creare la condizione di appoggio nel cavallo (la tensione naturale che l'animale instaura con la mano del cavaliere appoggiandosi sul ferro), mi spiego meglio: se il cavallo non si appoggia naturalmente al ferro come creo una buona flessione corretta sentendo quasi "tirare" il cavallo ?

Grazie in anticipo!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 28/07/2016, 8:19 
Non connesso
In addestramento

Iscritto il: 22/02/2011, 14:39
Messaggi: 932
Località: Firenze
Razza preferita: Belga
Album personale: viewtopic.php?f=15&t=253
per prima cosa devi accertarti che la tua mano sia ferma. perchè se quella si muove ed è intermittente (tipo quando le redini fanno a fisarmonica, ora tese, ora lasche) allora devi prima sistemare questo e poi pensare al cavallo.
in linea di massima dovresti riuscire a sentire sempre la bocca del cavallo e ad avere piu o meno sempre lo stesso peso sulla mano, non ora 3 grammi ora 3 kg ora 13 kg ecc...
una volta che la mano e il contatto sono ok, non hai che da accendere il motore.
metti il cavallo in avanti, mandalo in andature medie (non affrettate), poi piazzaci delle variazioni all'interno dell'andatura, in modo che si porti franco ed elastico.
c'è una piccola cosa che si può fare per insegnare al cavallo ad estendersi tirando un pò le redini e allungando il collo (cosa che serve poi per avere quella sensazione di tensione alle redini che rende possibile un minimo di controllo del posteriore e della schiena attraverso le redini): dopo che hai fatto gli avanzamenti di cui sopra e le variazioni di cui sopra, e sempre a condizione che la mano e il contatto siano ok, puoi insegnare al cavallo che quando ti allunghi un pò le redini e le porti un pò verso l'alto (non una roba vistosa, un pochino) e contemporaneamente metti la parte bassa della gamba, lui estenda l'incollatura e chieda redini. impara facilmente, se hai l'accortezza di abbassare le mani e rilasciare le gambe appena chiede redini, e magari di dargli una carezza.
non è un lavoro lungo. se il cavallo si sottrae comunque è basilare aumentare l'andatura e assolutamente dimenticarsi il piego diretto, ovvero il cavallo "rotondo", almeno finchè non è sistemato il contatto. altrimenti hai solo un cavallo finto.

_________________
One day all this will be yours! -the lion king-


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 28/07/2016, 14:14 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 27/07/2016, 21:27
Messaggi: 2
Razza preferita: Sella Francese
Grazie! Sisi le mani sono ferme, il mio contatto è fermo ma l'appoggio lo si avverte solo a fine lavoro e puó essere un problema a lungo andare


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 01/08/2016, 9:48 
Non connesso
Instancabile atleta
Avatar utente

Iscritto il: 25/02/2011, 10:46
Messaggi: 3485
Località: Firenze
Razza preferita: Cavalli belli
Do un parere un pò tranchant, senza pretese assolutistiche, verifica se il discorso torna, e in caso contrario cestina pure.

Per quello che ne so, la mancanza di appoggio = mancanza di impulso.
In altre parole, metterei gambe, e se non bastano, frusta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 02/08/2016, 8:24 
Non connesso
In addestramento

Iscritto il: 11/11/2014, 10:15
Messaggi: 879
Località: Firenze
Razza preferita: Cavallo incazzato
Oltre a tutti i concetti che condivido moltissimo e che hanno già detto gli altri, aggiungerei umilmente un punto di attenzione: la decontrazione.
Se il cavallo ha un buon ritmo regolare e non c'è una decontrazione altrettanto valida, di conseguenza, il contatto, che dipenda dalla tua mano o dal suo modo di portare peso, non sarà mai buono qualitativamente. L'errore che spesso si commette, secondo me (e istintivamente lo faccio anche io), è quello di andare a cercare subito contatto e/o l'impulso per ottenerlo, quando invece sono step secondo me successivi (non che sia vangelo ma nella scala del trainiing la decontrazione è al secondo punto, contatto al terzo e impulso al quarto). Gli esercizi proposti da Hesperia di variazione di andatura, fra le varie cose, servono a questo.
Io personalmente, prima di tutto mi assicuro che il cavallo stenda l'incollatura e inarchi la schiena mantenendosi regolare nel ritmo senza redini. Se il cavallo rimane con l'incollatura distesa, lunga e protesa verso il basso anche nelle richieste di transizione (gambe e assetto), a quel punto tento di mettere contatto...e da li cerco di riprodurre la stessa cosa. Se tutto torna e il cavallo rimane rilassato, anche alle richieste di maggior impulso...beh... se il cavallo è anche dritto... si rileva l'incollatura, arrotondi e dovresti essere sicuramente rotonda e sulla strada buona per la riunione. In teoria...in pratica c'è sempre qualcosa che non va e IO riparto sempre da capo... ritmo, decontrazione, contatto etc etc.

_________________
Tralasciate un po' di tecnica e montate con il cuore.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 02/08/2016, 8:33 
Non connesso
In addestramento

Iscritto il: 11/11/2014, 10:15
Messaggi: 879
Località: Firenze
Razza preferita: Cavallo incazzato
...dimenticavo.. se tutto quello che ho detto è ok....il cavallo p decontratto etc etc, allora l'appoggio è costante, tendenzialmente leggero ma quanto leggero dipende dalla sensibilità del cavallo e la qualità del lavoro fatto dal cavaliere. In teoria, un manico di buon livello riesce a fare tutto anche in leggerezza, un cinghiale come me sicuramente insegnerà involontariamnte al cavallo a "tirare di più".... ma poco importa... entro certi limiti a raffinare siamo sempre in tempo...già fare un lavoro buono è un bel risultato...almeno per me. Poi ci sono anche i gusti che dipendono dalla sensibilità...c'è a chi piace avere un cavallo con un appoggio un po' più sincero e c'è invece chi gradisce i 3 grammi.... tutti i gusti son gusti.

_________________
Tralasciate un po' di tecnica e montate con il cuore.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 04/08/2016, 15:09 
Non connesso
Instancabile atleta
Avatar utente

Iscritto il: 03/03/2011, 11:53
Messaggi: 3649
Località: montepulciano
Razza preferita: anglo arabo
Album personale: viewtopic.php?f=15&t=10239
Coeurjolie ha scritto:
:rodeo: ciao a tutti!
Volevo avere qualche consiglio su degli esercizi da fare per creare la condizione di appoggio nel cavallo (la tensione naturale che l'animale instaura con la mano del cavaliere appoggiandosi sul ferro), mi spiego meglio: se il cavallo non si appoggia naturalmente al ferro come creo una buona flessione corretta sentendo quasi "tirare" il cavallo ?

Grazie in anticipo!


ciao, bisognerebbe capire come si comporta durante il lavoro, se va sopra o dietro la mano oppure "pesa sul ferro".

Genericamente per stabilire un appoggio corretto occorre che il cavallo tenda le redini e si porti lui verso l'imboccatura come giustamente dici anche tu.
Quindi deve essere decontratto,cioè in grado di lavorare con la muscolatura rilassata e in grado di portarsi avanti verso l'imboccatura.

lavoro in dcontrazione prima di tutto, in estensione ,mantenendo sempre l'attività /impulso, questo come "base" a cui aggiungere variazioni a seconda della rispsota del cavallo.

_________________
"il più delle volte si chiede troppo con le mani (o il morso) e non ci si serve abbastanza delle gambe (o dello sperone)"
Generale L'Hotte


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 05/08/2016, 7:35 
Non connesso
Instancabile atleta
Avatar utente

Iscritto il: 03/03/2011, 11:53
Messaggi: 3649
Località: montepulciano
Razza preferita: anglo arabo
Album personale: viewtopic.php?f=15&t=10239
nella sezione "discussioni generali" avevo aperto un topic su "contatto/appoggio " e sue implicazioni, dove c'è spiegato il discorso ain modo abbastanza approfondito anche sulla "scala di addestramento".

E' vero che in questa scala l'impulso viene dopo il contatto, ma è essenzialmente una distinzione didattica, infatti,nella spiegazione della scala stessa, la decontrazione ed il Contatto vengono già inserite nella "fase di sviluppo della forza propulsiva in avanti" ecc...nel topic c' e anche questo.


Fra le cose che scrive Hesperia vorrei sottolinearle una: lei parla di "andature medie" per insegnare al cavallo a tendere le redini,quindi per insegnare al cavallo a trovare un giusto appoggio, io dico che per fare andature medie il cavallo deve già avere un buon impulso, quindi già essere in grado di avere un appoggio buono,essere in equilibrio e andare ad appoggiarsi sul ferro grazie alla spinta dei posteriori, quindi le andature medie non possono essere propedeutiche per l'apprendimento (da parte del cavallo) del giusto appoggio.

_________________
"il più delle volte si chiede troppo con le mani (o il morso) e non ci si serve abbastanza delle gambe (o dello sperone)"
Generale L'Hotte


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 06/09/2016, 13:32 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 16/03/2012, 22:12
Messaggi: 329
Razza preferita: Haflinger e Frisone
Penso che quello che volesse dire Hesperia fosse di spingere il cavallo ad allungare la falcata.
Naturalmente se non ha un buon appoggio non si avranno le andature medie del dressage, ma non credo sia questo l'obbiettivo, al momento. Solo di spingere il cavallo ad allungarsi e ad accorciarsi per essere elastico.

Una volta che si ottiene l'appoggio si può migliorare la qualità delle andature.

Potresti anche cercare il contatto con le mani, se il cavallo non si appoggia di suo, e quando senti la bocca, mantenere il più possibile, inserendo varie transizioni.

Anche il lavoro in distensione, come dice Sissy, è ottimo, ma devi stare molto attento/a a mantenere comunque il contatto con la bocca, anche a redini lunghe.

Gioca con le dita sulle redini: le mani devono essere ferme, ma non rigide. Il contatto deve essere costante ma elastico, per assecondare il movimento basculante del collo.

Che imboccatura usi? :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Problema di appoggio
MessaggioInviato: 06/09/2016, 13:34 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 16/03/2012, 22:12
Messaggi: 329
Razza preferita: Haflinger e Frisone
scusa avevo letto male. Se l'appoggio lo senti solo a fine lavoro, molto probabilmente il tuo cavallo è rigido ed ha bisogno di scaldarsi bene.

Se puoi metti un video di quando monti


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 176 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010