Forum Il Cavallo

Forum dedicato al cavallo che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!!!
Oggi è 17/01/2017, 20:11

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 08/04/2011, 20:14 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
Sig. Colonnello mi piacerebbe avere un suo parere sul mio modo di fare qualche battuta di piaffe. grazie
http://www.youtube.com/watch?v=roAt83U-fEA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 09/04/2011, 14:53 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1004
Razza preferita: irlandese
Caro Gianni,

va bene. Alza sufficientemente anteriori e posteriori. Dovrebbe non avanzare. Secondo i maestri l'avanzamento dovrebbe essere una disposizione pronta a manifestarsi appena il cavaliere apre la porta. Deve stare attento a non accorciare il collo perché ne perderebbe anche la regolarità del movimento. Per essere riunto e anche molto riunito non c'è bisogno che il collo si accorci di molto, cioè che la testa venga indietro di molto. Si riuniscono gli arti, grazie all'avanzamento dei posteriori.

Approfitto dell'occasione. Se usa la parola francese deve scrivere piaffer, le piaffer, perché in francese non c'è il sostantivo come in italiano (piaffo), ma soltanto il verbo, in questo caso all'infinito. Se usa la parola in inglese va bene piaffe. Se usa la parola tedesca deve scrivere Piaffe, maiuscolo, die Piaffe, perché è un sostantivo e in tedesco i sostantivi si scrivono tutti maiuscoli.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 14/04/2011, 22:04 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
grazie sig. Colonnello
quasi e' piu complicato scriverlo che farlo :D
Mi fa piacere avere un suo parere. Il mio avanzare era per far scaricare un po di sovraeccitazione nella richiesta di molta riunione da fermi.
Forse sbaglio ma mi aiuta a cercare di fare un piaffe piu tranquillo e meno eccitato.
Per il collo sto cercando di migliorare la mia mano
Grazie dei consigli e delle informazioni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 30/04/2011, 9:57 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1004
Razza preferita: irlandese
Caro Gianni,

se mi ringrazia per le informazioni e continua a scrivere "piaffe" vuol dire che ... non ha letto! Vero?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 30/04/2011, 22:08 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
salve sig. Colonnello
Lei mi ha risposto: "Se usa la parola in inglese va bene piaffe".
quindi continuo a dire piaffe sia perche' lei mi dice che in inglese e' corretto sia perche' mi viene piu naturale dire piaffe e non piaffer o piaffo. mi piacerebbe sapere secondo Lei quale e' la parola corretta, forse in base alla nazionalita' dell'interlocutore oppure se in tal momento ci si sente francesi, italiani o inglesi.
Credo che l'importante sia intendersi e cercare di farlo nella pratica molto bene.
Un po mi dispiace che abbia pensato che non avessi letto il suo post precedente.
come se fossi il tipo che dopo aver fatto una domanda non si interessi della risposta,
forse mi ha preso per sciocco, spero di no.
Sto vedendo proprio ora su sky la finale del REEM ACRA ROLEX FEI WORLD CUP DRESSAGE, e francamente penso che tutti i concorrenti sappiano queste cose di piaffer, piaffe, die Piaffe etc..
ma moltissimi lo fanno da schifo, sopratutto le amazzoni.
Quindi secondo me forse e' meglio essere piu fiscali nella pratica che non nella teoria.

grazie
Cordiali saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 30/04/2011, 22:13 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
salve sig. Colonnello
Lei mi ha risposto: "Se usa la parola in inglese va bene piaffe".
quindi continuo a dire piaffe sia perche' lei mi dice che in inglese e' corretto sia perche' mi viene piu naturale dire piaffe e non piaffer o piaffo. mi piacerebbe sapere secondo Lei quale e' la parola corretta, forse in base alla nazionalita' dell'interlocutore oppure se in tal momento ci si sente francesi, italiani o inglesi.
Credo che l'importante sia intendersi e cercare di farlo nella pratica molto bene.
Un po mi dispiace che abbia pensato che non avessi letto il suo post precedente.
come se fossi il tipo che dopo aver fatto una domanda non si interessi della risposta,
forse mi ha preso per sciocco, spero di no.
Sto vedendo proprio ora su sky la finale del REEM ACRA ROLEX FEI WORLD CUP DRESSAGE, e francamente penso che tutti i concorrenti sappiano queste cose di piaffer, piaffe, die Piaffe etc..
ma moltissimi lo fanno da schifo, sopratutto le amazzoni.
Quindi secondo me forse e' meglio essere piu fiscali nella pratica che non nella teoria.

grazie
Cordiali saluti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 30/04/2011, 23:45 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1004
Razza preferita: irlandese
Caro Gianni,

mi spiace che si sia offeso. Non mi sono mai permesso di giudicare un utente. "Forse mi ha preso per sciocco" ... sarebbe un grande errore da parte mia, oltre che un'offesa.

Cerco di spiegare, brevemente, perché la storia del linguaggio dell'equitazione è lunga e complessa.

La parola piaffo o far ciambella la si trova per la prima volta nei libri degli autori italiani del Rinascimanto. I Francesi che hanno lavorato a Napoli con Giovanbattista Pignatelli nella seconda metà del Cinquecento, Salomon de La Broue e Antoine de Pluvinel, tornati in Francia hanno scritto i loro trattati che sono diventati famosi. Che hanno fatto? Hanno francesizzato i termini italiani. Piaffo è diventato piaffer, verbo all'infinito. E poi ci sono tutti gli altri termini che in parte Salomon de La Broue elenca all'inizio del suo libro Le cavalerice françois (cavalerice è la traduzione di cavallerizzo o cavallarizzo, come intitola il suo libro Claudio Corte nel 1562). Scrive Salomon de La Broue di aver intitolato il suo libro Le cavalerice, prendendolo a prestito dall'italiano, perché la parola francese écuyer non rende altrettanto bene quello che rende la parola italiana, che è quella maggiormente usata dai suoi colleghi. Testuale. Perciò la prima volta che si trova piaffo tradotto è in Francia e si trova scritto piaffer. I Francesi scrivono le piaffer, come se noi scrivessimo il piaffare. In francese non c'è il sostantivo come in italiano. Per una questione di anzianità storica, visto che il linguaggio equestre italiano non si usa più neppure in Italia, il termine che mi pare corretto usare è le piaffer ovvero il piaffer, detto in Italia, scritto piaffer, corsivo, perché è una parola non italiana, pronunciato il piaffè. Mi sono spiegato? E' convinto?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 25/05/2011, 13:58 
Non connesso
In doma

Iscritto il: 07/04/2011, 12:40
Messaggi: 1330
Razza preferita: Arabo
Fatica convincere un Italiano ad esserlo...Nessuno, o pochissimi sanno di Grisone, Fiaschi, Pignatelli e tanti altri che hanno sritto trattati anche ottimi pochi sanno che tutte le scuole di cavalleria sparse per il mondo antico discendono dalla scula accademica di Napoli del 1500 o giù di lì.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 11/06/2011, 7:01 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
mi scuso sig. Colonnello per il tempo passato, La ringrazio delle delucidazioni.
questa volta e' stato molto chiaro.

caro Bismar,
non penso ci sia bisogno di convincere nessuno. il problema e' che spesso, proprio chi e' convinto di sapere, e' colui che sbaglia. (questo e' tipico di noi italiani). Ultimamente sento molte persone citare Grisone, l'Hotte etc.., riempirsi la bocca con quello che i maestri hanno scritto, e poi con i loro cavalli sono un disastro e non riconoscono una spalla in dentro da un camminare storti, cavalli disuniti, duri etc.., per non dire che quasi nessuno e' capace di comprendere come iniziare un buon piaffer, se non a sbacchettate. per non parlare di passage.
quindi Bismar non continuiamo a raccontare fregnacce su come e' meglio fare o non fare se non sappiamo noi stessi metterlo in pratica. Amo la citazione del maestro Nuno ""Montare spesso senza lasciare che i libri prendano la polvere"".
Ultimamente sento parlare molte persone di leggerezza, poi quando li vedo montare oppure monto i loro cavalli. fanno pieta', eppure i padroni di questi cavalli sanno i grandi testi a memoria, mi dicono le citazioni come se leggessero; allora perche' non sanno mettere in pratica questi insegnamenti, anzi non hanno idea di come metterli in pratica?

Quindi prima di commentare le parole di un uomo di cavalli che io stimo, mi riferisco alle parole del Colonnello, rifletta su cosa lei sa insegnare ai suoi cavalli. quella e' la dimostrazione e non il sapere tuttti i testi del mondo.

grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: parere dal Colonnello
MessaggioInviato: 11/06/2011, 7:03 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 28/02/2011, 20:55
Messaggi: 18
Razza preferita: LUSITANO
Caro Colonnello, volevo scrivere Piaffer in corsivo(per via della parola non italiana), ma non ci sono riuscito


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010