Forum Il Cavallo

Forum dedicato al cavallo che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!!!
Oggi è 12/12/2017, 1:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 13/04/2017, 9:58 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 01/04/2011, 13:29
Messaggi: 38
Razza preferita: AAS
Io attualmente sono abbastanza ferma con il lavoro della cavalla .
non sto saltando perché, per motivi economici, non ho in previsione gare a breve scadenza e visto che non ha particolari problemi con gli ostacoli preferisco risparmiarle degli sforzi.
faccio bene o sarebbe meglio saltare in modo costante anche se non si fanno gare?...
Quando lavoro in piano la cavalla risponde bene ,ma permane comunque il problema che, nell'aumentare l'andatura si "apre" e tende a cadere sulle spalle.
diventa pesante sulla mano e con l'incollatura si protrae sempre più in basso.
se resisto con la mano divento (io) rigida , e se la lascio più libera si allunga molto, cadendo sulle spalle e rendendo più difficile il controllo sulle transizioni.
la cavalla ha una schiena lunga ed è naturalmente costruita "in discesa" ma vorrei riuscire a rilevarla , senza danneggiarla o forzarla.
come posso fare?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 13/04/2017, 19:41 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 01/03/2011, 19:55
Messaggi: 164
Accidenti se mancano i consigli del Colonnello. Da quando il filo diretto si è "spento" cè stata una perdita di cultura equestre enorme. Ricordo bene quanto aspettavo di leggere le tantissime risposte del Colonnello scritte a tarda notte.
Ero contento quando la sezione "articoli" si arricchiva di un nuovo scritto.
Mi impegno dopo Pasqua a scrivere qualche domanda, sperando ci possa essere una ripresa del "filo diretto"

Stefano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 25/04/2017, 7:47 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1015
Razza preferita: irlandese
Non sono io che l'ho spento il filo diretto. Io sono sempre qui, non so per quanto ancora. Può darsi per altri vent'anni. Ne ho 79 e Paolo Racugno ne compirà 100 il prossimo 7 maggio, domenica. Fategli gli auguri, li merita, come uomo e come cavaliere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 02/05/2017, 19:17 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 01/03/2011, 19:55
Messaggi: 164
Buongiorno,
ho inviato una domanda nella sezione "tecnica equestre" ormai da molti giorni.
Non è ancora visibile in quanto non è stata aapprovata.
A chi spetta ?

Grazie
Stefano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 04/05/2017, 18:03 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1015
Razza preferita: irlandese
Carol Stefano, mi ripeta la domanda perché l'ho persa. Grazie. Angioni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 04/05/2017, 18:57 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 01/03/2011, 19:55
Messaggi: 164
La domanda chiedeva consigli su come insegnare a galoppare sul piede giusto ad un ex galoppatore PSI che farà i 5 anni il prossimo 13 maggio.

Per essere coerente nella sezione "filo diretto" vorrei che la mia domanda che fosse visibile nella sezione "Tecnica equestre". Ciò faciliterebbe molto gli utenti in caso di ricerca di un simile problema.

Se cio non fosse possibile le riformulerò qui la domanda. Mi dica Lei.

Grazie Stefano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 08/05/2017, 22:32 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1015
Razza preferita: irlandese
Caro Stefano, non so come si possa trasferire la sua domanda su "Tecnica equestre". Sia gentile: ripeta la domanda nella sezione indicata. Grazie, Paolo Angioni


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 15/08/2017, 9:27 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 01/04/2011, 13:29
Messaggi: 38
Razza preferita: AAS
gentile Colonnello... quando ha tempo riuscirebbe a darmi qualche consiglio sulla mia domanda ? grazie infinite


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: abbandono della semplicità
MessaggioInviato: 31/08/2017, 12:36 
Non connesso
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 7:31
Messaggi: 1015
Razza preferita: irlandese
Cara genny84, ci tiene alla cavalla? Ne vuol fare una buona cavalla per lavorare in piano e per saltate? Se avessi io la cavalla, non la monterei e la lavorerei solo alla corda, sempre con il frustone (il frustone è indispensabile, perché ha la funzione di gamba e di prolungamento della mano della corda) nella mano opposta a quella della corda. Lavorerei solo come segue per tutto il tempo necessario. Anche mesi, se tiene alla cavalla. Nella postura giusta (testa non piegata, nuca più bassa della sommità del garrese, collo il più disteso possibile, con la punta del naso dovrebbe sfiorare il terreno) le farei passare una serie. messa in circolo. di barriere a terra. Tenga conto che, se le barriere sono messe bene, a raggiera (ruota della bicicletta), più fa passare la cavalla all'esterno delle barriere più la distanza tra l'una e la successiva aumenta e aumenta perciò l'ampiezza della sgambata della cavalla e l'utilità dell'esercizio. Io ho provato: il massimo della distanza, con un cavallo medio di stazza, è tra m 1.40 e m 1.50. Poi, con un supporto laterale, alzerei, prima solo esternamente, poi dai due lati, le barriere fino cm 20 e poi a cm 30. Il lavoro va ripetuto a lungo (settimane). Intanto la cavalla "fa la schiena", come si dice (il tratto dorso-lombare, dove inizia il motore per la spinta dei posteriori). Dopo di ciò lascerei due barriere a terra e, a circa m 6 di distanza, metterei due pilieri con una sola barriera (niente piede o barriera a terra di richiamo) ad altezza di m 1, ben fissata tra i pilieri, magari con due ganci, uno sotto uno sopra, per dare fissità alla barriera. Se la cavalla la sfiora o la tocca, la barriera non deve cadere. Attenzione: non è sbarrare. E' insegnare il rispetto della barriera. Alle due mani, al trotto, ripeta questo esercizio. Se la cavalla si comporta bene e lei constata che la cavalla salta con disinvoltura, può alzare la barriera isolata e valutare l'attitudine al salto, la forza e la giusta postura (un semicerchio sulla barriera con il culmine rivolto verso l'alto). Se così andasse il lavoro, può, alla fine, mettere la cavalla, sempre alla corda, al galoppo (a mano sinistra è più facile), farla passare alcune volte sfiorando il piliere interno e poi, facendo lei due o tre passi verso l'ostacolo, lasciandola andata al centro, tra i due pilieri, cioè lasciandola saltare. Attenzione: il piliere interno deve sempre avere una barriera appoggiata da una parte a terra, dall'altra alla sua sommità per far scorrere la corda affinché non succeda che la corda agganci il piliere. Se fosse d'accordo con quanto le ho scritto, me lo faccia sapere. Se fosse in disaccordo idem, senza temere di offendermi. Se fossi lì, le dimostrerei le virtù dell'esercizio in quattro e quattr'otto. Buon lavoro e un cordiale saluto. Paolo Angioni


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010