Forum Il Cavallo

Forum dedicato al cavallo che vanta innumerevoli tentativi di imitazione!!!
Oggi è 18/04/2014, 14:27

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


1 - DIVIETO DI SCRIVERE, ANCHE SE IN BUONA FEDE, QUALSIASI NOME DI NOME COMMERCIALE DI FARMACI , O PARAFARMACI, DISINFETTANTI.
E' amesso il nome delprincipio attivo.
Es. Aspirina : NO
Acido acetilsalicilico : SI
-----------------------------

2- Evitare comunque il nome commerciale anche di qualsiasi altra cosa ,crete, oli, mangimi,linmenti vari, etc..

3- NON intervengo in topic dove mi si chiede un parere sull'operato di un vet. O comunque risulti chiaro che un vet stia operando.

4 per favore usare l'opzione " cerca " Molti argomenti sono in effetti gia' stati trattati.

5 evitare linguaggio SMSese

6 Richieste di nomi di vet , cliniche ,maniscalchi o prodotti comerciali, farli in MP

[/b] può essere che non ci sia risposta .
NON SI FANNO DIAGNOSI SUI VARI CASI.

Possiamo solo descrivere problematiche.
Es, come si manifesta quello o quell'altro...... OK

il cavallo ha X Y Z ; cosa puo' essere .....KO,
probabilisima NON risposta .
Senza visita, sul riferito . è spesso un azzardo formulare diagnosi.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Tendine lesionato e cellule staminali
MessaggioInviato: 30/04/2011, 15:25 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 17/03/2011, 22:56
Messaggi: 4
Salve a tutti, da poco ho saputo che il mio cavallino si è lesionato un tendine dell'anteriore destro all'altezza del nodello....
Li si sono formati due bei buchi, il più grande misura 3mm...

La veterinaria mi ha parlato della cura con cellule staminali, che lei personalmente ha usato molto ottenendo buoni risultati, ma la spesa tra la clinica, trasporto ecc risulta molto costosa....

Volevo sapere se qualcuno di voi la provata? che risultati avete ottenuto? E soprattutto quanto avete speso???
Non per essere venali ,ma io tengo tantissimo al mio cavallo, e voglio sapere se posso permettermi in qualche modo questa cura...

Vi prego rispondete in tanti sono disperata!!!!!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 30/04/2011, 19:08 
Non connesso
Moderatore

Iscritto il: 02/02/2011, 21:55
Messaggi: 896
Località: Palazzolo s/ Oglio (BS ) ITA
vengo fuori appena adesso da un megacorso sulle staminali...

Morale : l'unico vero vantaggio del trattamento e' che ci sono meno recidive.
Ossia la guarigione e' migliore qualitativamente.
Le recidive son dell'rdine del 20-25 % , mentre se non trattate con staminali si arriva al 50 -55 %
quindi un 25 % meglio.
I ma...
costi...
tempo...circa un anno ( ok ho detto un anno ).
ammesso che si usino le staminali giuste di laboratorio e non il plasma centrifugato fatto in campo .

Le conclusioni del gruppo erano che facilmente questa pratica NOn avrebbe avuto un gran successo,
dato il tempo di recupero, i costi, e che comunque rispetto ad uno che non fa niente il migioramento si ha in uno su due.
Cioe'
Se curo guariscono bene 3 su 4 , ma se non curo guariscono bene 2 su 4.

se volete ho una miriade di bibliografia ed anche la nostra pubblicazione finale ( fatta in questi giorni con l'univ. di PR )

fm


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/05/2011, 7:05 
Non connesso
In addestramento

Iscritto il: 28/02/2011, 20:53
Messaggi: 569
Razza preferita: PSI
Per jessy, due buchi contemporaneamente... Secondo me c'è stato un difetto di comunicazione tra te e la Vet. Una lesione di 3 mm a seconda dell'attività che fai potrebbe non essere un dramma, ci sono diverse soluzioni più economiche e che Collega certamente conosce, con cui puoi aiutare la guarigione.
Se riesci a postare l'immagine ecografica anche nascondendo il nome del cavallo e della Collega sarebbe interessante.
Per Flavio, mi interesserebbe molto avere le conclusioni di questo corso. Se frequenti la Facoltà di Parma ho un contatto sul posto, altrimenti se è inviabile per via telematica ti posso fornire i miei recapiti. Intanto grazie
Saluti
Davide


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/05/2011, 9:22 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 17/03/2011, 22:56
Messaggi: 4
Grazie per le risposte...
Rispondendo a Davide, per il momento la vet mi ha consigliato del riposo, antinfiammatori, bendaggio, impacchi con pomate ad uso umano ( di cui non faccio il nome...) e camminate sull'asfalto; per poi vedere se tra un mese o un mese e mezzo se era il caso di ferrarlo con delle solette, visto che lui è scalzo.... e infine mi ha detto delle staminali, ma comunque per il costo elevato e il viaggio impegnativo da casa mia alla clinica me lo ha sconsigliato, anche se lei usa spesso questa cura....

Per quanto riguarda l'immagine ecografia, per ora non la ho ancora con me , ma appena ne sarò in possesso posterò le foto.....

Il mio cavallo ha 9 anni è con me da quando ne aveva 2, e non abbiamo mai fatto gare o roba simile, lo sempre abituato a ogni tipo di lavoro ( lavoro in piano, salti, gincane, passeggiate, lavoro in libertà ecc... ), ora è addestrato come un cavallo del cinema...o meglio da circo!!!
Sò che magari l'inchino o esercizi come questo magari non potrà più farli facilmente, ma secondo voi tornerà a galoppare come prima??? intendo senza me in sella!!!!.... sapete lui proprio fermo non ci vuole stare!!!! solo per voler correre durante la visita veterinaria mi ha fatto un occhio nero!!!!!!

Un altra domanda, ,si era appena ripreso da un parassita del sangue (erlichia), che insieme ai vermi lo avevano ridotto pelle e ossa nel giro di poche settimane, ora dopo pochi mesi è tornato come prima, anche la muscolatura era quasi tornata alla normalità.....
Secondo voi questo può influenzare sulla guarigione del suo tendine?...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 01/05/2011, 13:00 
Non connesso
Rifiniture
Avatar utente

Iscritto il: 01/03/2011, 11:54
Messaggi: 2022
Razza preferita: PSI
Il mio chiodo fisso nel recuperare i cavalli , he questo ; molto passo -sferrato-bagniasciuga+asfalto. Per il bagniasciuga , sono fortunato comunque l'asfalto aiuta molto perche il cavallo si abitua camminando in modo piu corretto, parlo sempre per cavalli che hanno guai articolari, non si deve confondere e prendere ogni caso in parte a sè, sta nel cavaliere saper gestire la situazione sapendo cosa fà


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 02/05/2011, 19:26 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 17/03/2011, 22:56
Messaggi: 4
Volevo tenervi informati sulla situazione del mio cavallo, ma prima volevo riassumere tutto dall'inizio in modo che sia il più chiaro possibile....

L'infortunio dovrebbe risalire a venerdì 22 aprile....... il giorno dopo mettendo il cavallo a prato e vedo che l'arto è gonfio e caldo, il cavallo zoppica al trotto, ma alla palpazione della zona sembra non provare nessun dolore.... li faccio delle docciature fredde e lo rimetto nel suo paddock....
Nei giorni seguenti oltre a raffreddare la zona con acqua fredda, applico molto gel refrigerante e faccio delle cretate....
Chiamata la veterinaria, che mi consiglia di tenerlo fermo e fasciarlo fin al giorno della visita.... purtroppo lo ho tenuto fasciato solo per 2 giorni e 1 notte, perchè il "signorino" si mangia le fasce, e per quei giorni ho potuto controllarlo per tutto il tempo!!!! ( ho già ordinato una bavetta e i salvafasce in selleria, ma sfortunatamente non sono ancora arrivati!!!!) posting.php?mode=reply&f=30&t=2683#

Giovedì 28 l'arto e più sgonfio... anche se il gonfiore non è mai stato esorbitante...per intenderci i lati dello stinco visto di fronte non superavano la larghezza del nodello......( spero di essermi spiegata più o meno bene )...

Venerdì 29 finalmente la veterinaria riesce a venire a visitarlo.... cavallo scatenato, galoppa, s'impenna e sgroppa come un matto durante la visita!!!! E dall'ecografia si scopre quello che c'era da scoprire.....

Sabato sera inizio a somministrarli l'antinfiammatorio ( ogni 12 ore per 3 giorni e poi una volta al dì per 10 giorni )...

Oggi lunedì pomeriggio vado a vedere e l'anteriore è quasi del tutto sgonfio (non lo vedevo da sabato...), il cavallo usa quell'arto come se niente fosse, raspa e ci poggia il peso sopra..... ribadisco che il cavallo non ha mai dato segno di accusare dolore, a parte durante il trotto che zoppica, e due volte mi è parso che marcasse anche al passo, ma credo che dipendesse dal fatto che era stato molto fermo.....Ho anche fotografato l'arto ora provo a postarvi le foto per avere qualche parere.....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 05/05/2011, 14:12 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 22/02/2011, 12:41
Messaggi: 234
Razza preferita: olandese
la mia esperienza ti dice........NON ASPETTARE E FALLE SUBITO!!!! le staminali svolgono la loro funzione quando la lesione è fresca...dopo non ne vale piu tanto la pena....sul fatto del 50% delle recidive non sono assolutamente d'accordo...se io l'avessi saputo prima l'avrei fatto moooooooolto tempo addietro....ti posso dire che il mio vet le fa senza portare il cavallo in clinica...non è necessario....il costo si aggira intorno a 1000 euro, la cifra è questa perchè la riproduzione delle cellule viene fatta in laboratorio ed è una pratica complessa...i cavalli hanno un tempo di ripresa molto breve rispetto alle cure tradizionali (vescicanti ecc...che ti sconsiglio vivamente perchè provano solo un gran dolore ai cavalli....io purtroppo all'epoca lo feci fare al mio cavallo...ma mai piu nella vita!!!!!!!) se puo esserti d'aito il nome del mio vet mandami mp...è il numero 1 in italia su queste patologie...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 05/05/2011, 16:44 
Non connesso
Moderatore

Iscritto il: 02/02/2011, 21:55
Messaggi: 896
Località: Palazzolo s/ Oglio (BS ) ITA
@cava..........
si potra' anche non essere d'accordo... ma NOI ( queli del corso , eravamo in 20 vet e 4 professori http://93.93.203.135/webaccess/?q=node/34 ) i dati NOn ce li siamo inventati, se occorre posso postare un attimo di bibliografia , in inglese pero' , e metter in chiaro da dove arrivano i dati.
Fior di pubblicazioni etc..etc..

Ora i risultati son questi :
il follow up , cioe' il ricontrollo del gruppo di cavalli trattati , dopo un anno , aveva recidive del 20 %., invece del 50 % dei NOn trattati, cioe' quelli a cui NON e' stato fatto niente ma con lesioni simili.
Non ci sono discussioni a riguardo, se uno su 4-5 , ripresentava il problema, non e' questione di crederci o meno....Visto che il lavoro e' stato svolto in diverse cliniche ed i risultati eran su per giu' gli stessi.........
Le ricerche son fatte per questo.

Dopo, nella pratica quotidiana ci son dei risvolti su cui non mi addentro che han poco a che fare con la ricerca scientifica.....

oppure se uno si vuole divertire digiti equine stam cells

riporto alcuni passaggi dal rapporto finale del gruppo chirurgia
........
La tendenza attuale, in parte condizionata da motivazioni pratiche, è quella di eseguire il trattamento tra i 7 e i 15 giorni dall’insorgenza del trauma, quindi subito dopo la fase iperacuta, quando i processi infiammatori iniziano a spegnersi.
.................................
Difficile è anche stabilire i tempi medi per il recupero totale, quindi per la ripresa delle attività atletiche.
In genere si suggeriscono precauzionalmente tempi molto lunghi, circa 12 mesi, prima di riprendere la normale attività agonistica
........................................
C’è un’evidenza clinica: a distanza di un anno dall’impianto delle MSC, i cavalli ritornati all’attività atletica evidenziavano una percentuale di recidive inferiore, rispetto a quelli trattati con terapie convenzionali (circa il 20% rispetto al 55%). Segno evidente che la guarigione ottenuta con le MSC è migliore...........
................................
Un punto di discussione ancora aperto, sia in medicina veterinaria che in medicina umana e la reale dimostrazione che qualunque migliore esito successivo ad impianto di MSC con PRP o senza PRP sia realmente imputabile a questa terapia.
Un altro aspetto molto discusso riguarda la qualità del tessuto.................

Ho comunque , per chi lo vuole , tutti i rapporti dei 4 gruppi . Circa una sessantina di pagine.

fm


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 05/05/2011, 17:18 
Non connesso
In addestramento

Iscritto il: 28/02/2011, 20:53
Messaggi: 569
Razza preferita: PSI
C'è tanto merchandising dietro queste pratiche. Bisogna sapere esattamente cosa si fa, quando e cosa si vuole ottenere, poi se il cavallo è da corsa o da ostacoli o da reining non è la stessa cosa. Ho visto quarter gareggiare e vincere con lesioni che un PSI non si sarebbe neanche allenato la mattina.
Saluti
Davide


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 16/05/2011, 8:40 
Non connesso
Puledro

Iscritto il: 22/02/2011, 10:57
Messaggi: 123
io per una lesione al tendine del mio cavallo,ho fatto fare il PRP,plasma arricchito piastrine,ormai passato più di un anno dall'esecuzione della procedura con un risultato eccellente.almeno fino ad ora nessun problema,ecografia eseguita di recente e molto positiva.
per cui la consiglio vivamente al posto del vescicante e delle staminali,che purtroppo siamo ancora lontani da una soluzione...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010